ambiente

AMBIENTE. ENEA lancia la piattaforma italiana per l’economia circolare

ENEA lancia ICESP – Italian Circular Economy Stakeholder Platform, la prima piattaforma italiana per l’economia circolare, termine che definisce un sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo.

 

La presentazione è avvenuta a Roma presso la sede ENEA, rappresentante del mondo della ricerca e unico membro italiano nel gruppo di coordinamento della piattaforma europea ECESP (European Circular Economy Stakeholder Platform), alla presenza del presidente Federico Testa e di Fulvia Raffaelli in rappresentanza della Commissione europea.

 

A ENEA è stato chiesto di svolgere il ruolo di Hub nazionale per l’economia circolare da parte della Commissione europea“, ha spiegato Roberto Morabito, direttore del dipartimento di Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali dell’ENEA. “È in questo ambito che ENEA ha promosso la nascita di ICESP, con l’obiettivo, tra gli altri, di diffondere le eccellenze italiane e il nostro modo di fare economia circolare partendo dalle tradizioni e dalle tipicità del territorio associate ai modelli culturali, sociali e imprenditoriali che lo caratterizzano. Così, il sistema Paese e il suo modello economia circolare verranno rappresentati in Europa da un’unica voce“, ha poi aggiunto.

 

ICESP opererà attraverso una piattaforma web che facilita lo scambio di informazioni e buone pratiche, consultazioni periodiche in vista delle riunioni del Gruppo di Coordinamento e attività operative e di consultazione attraverso Gruppi di Lavoro sui diversi temi inerenti l’economia circolare, aperti alla più ampia partecipazione di tutti gli attori italiani interessati. ENEA trasferirà le informazioni dall’Europa all’Italia e viceversa. Grazie all’interazione tra i vari Gruppi di Lavoro, si produrranno position paper e report e si organizzeranno workshop tematici.

 

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.