economia

50° Anniversario AIAF – Il ruolo dell’analisi finanziaria come motore di cambiamento

Lo scorso 25 gennaio 2021, l’Associazione Italiana Analisti Finanziari AIAF, gemellata con PLEF dal 2018, ha festeggiato il suo 50° anniversario con un evento online presso gli studi di Class Editore, a cui PLEF ha dato il suo sostegno, più che mai appropriato, perchè il focus su cui AIAF ha voluto concentrare l’attenzione è stato quello della finanza sostenibile e del ruolo sempre più rilevante che sta assumendo per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Ne ha parlato l’ospite principale, il rappresentante italiano alla BCE, Fabio Panetta, che ha ricordato il grande shift in atto negli investimenti orientati a imprese sostenibili, 280 miliardi di dollari in un anno, che premiano scelte responsabili per la de-carbonizzazione, la tutela della biodiversità e tutte quelle azioni e pratiche necessarie a contenere o eliminare i rischi del cambiamento climatico e di perdita di vitalità del pianeta. La costituzione di un Climate Centre all’interno della BCE conferma che la politica monetaria non può prescindere da scelte consapevoli a favore del bene comune per eccellenza che è la sopravvivenza della specie umana e i referenti di queste scelte devono esserne responsabili.

 

A fronte di questa logica, che è alla base di un cambiamento epocale del paradigma economico, gli analisti finanziari, nella definizione del neo presidente AIAF Davide Grignani, devono essere facilitatori nelle interpretazioni delle scelte d’investimento responsabili a tutti i livelli, dal centro del mercato dei capitali per eccellenza, la Borsa, che AIAF si immagina europea ed inserita in una unione dei mercati di capitale, fino ai singoli territori, in cui le scelte per essere responsabili hanno bisogno di una cultura finanziaria adeguata agli impegni ambientali, sociali e di governance, perseguibile solo attraverso un grande sforzo formativo per le nuove generazioni, su cui AIAF intende impegnarsi.

 

Questo orientamento registra di fatto un grande gap attualmente esistente tra il bisogno dei mercati di chi offre e chi domanda finanza e forse è questa una delle ragioni della crescita esponenziale del risparmio non investito, ovvero la difficoltà, in un momento di cambiamento dei valori, a comprendere dove investire per il bene di tutti e per le prossime generazioni. L’idea di AIAF di formare analisti più vicini al mercato ed ai territori con una competenza sui fattori influenti la sostenibilità dell’impresa è quindi una scelta giusta ed irrinunciabile rispetto alla quale si rende necessario attivarsi non solo pensando a tassonomie e standard rendicontativi internazionali o a certificazioni seriali, ma alimentando una cultura sul posizionamento delle imprese e dei territori in cui queste imprese operano, per possedere gli strumenti interpretativi delle distintività imprenditoriali, fonti pregiudiziali di costruzione di valore e benessere durevole. Su questo tema, che PLEF considera il perno per il cambiamento di paradigma, la nostra Associazione ha offerto ad AIAF il proprio supporto sotto forma di contributo concettuale e metodologico, rendendo disponibili i moduli formativi dell’Accademia della Sostenibilità d’Impresa dedicati agli scenari di mercato e alla strategia competitiva per un posizionamento strategico e sostenibile.

Antonio Servadio ed Emanuele Plata

——————–

 

Per vedere il video dell’iniziativa: AIAF – Standard Setter dell’Analisi Finanziaria .

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.