cultura

APPUNTAMENTI. Grande successo di pubblico per Open House Milano!

Open House, la più grande vetrina internazionale di architettura, nata a Londra nel 1992 e capace di coinvolgere nel mondo 37 città, riunite nel circuito Open House Worldwide. La proposta milanese, giunta quest’anno alla terza edizione, ha avuto luogo il 5 e 6 maggio con un programma ricchissimo che ha suscitato l’interesse e la curiosità di oltre 30.000 visitatori.

 

Forte di una partecipazione sempre più trasversale, di adesioni spontanee e dell’importante contributo che l’iniziativa offre alla promozione del patrimonio architettonico milanese, la terza edizione organizzata dall’associazione omonima Open House Milano, incubata e gemellata PLEF, ha dato la possibilità di visitare oltre 100 siti in città. L’obiettivo di riscoprire l’identità di Milano attraverso l’architettura e renderla così partecipata è stato ampiamente raggiunto; grazie all’apertura straordinaria di edifici usualmente non accessibili si è svelata l’anima moderna e contemporanea della città e i cittadini hanno potuto osservare da vicino le trasformazioni in atto cogliendo la ricchezza artistica e culturale che la caratterizza.

 

Tutto questo è stato possibile grazie alla vasta rete di volontari, che hanno consentito le aperture e le visite guidate. Dati record si sono registrati per i siti istituzionali come Palazzo Lombardia e il Grattacielo Pirelli con 6600 visitatori nella sola giornata di domenica; afflusso oltre ogni aspettativa per i siti storici e culturali come Fondazione Carriero con oltre 1000 presenze e Palazzo Clerici con oltre 700 persone; file ininterrotte per i Laboratori Ansaldo del Teatro alla Scala, aperti per l’occasione, e grande partecipazione nei siti riaperti recentemente, come il Teatro Gerolamo, o esclusivamente per OHM, come ad esempio il Teatro Lirico.

 

Il pubblico ha apprezzato anche l’apertura di spazi privati, come case e studi di architetti, artisti e designer per gettare lo sguardo tra le pareti domestiche e negli ambienti creativi, rilevanti dal punto di vista architettonico e dell’interior, sia quelli inseriti nel circuito curato dal magazine Living, con Brera Design Apartment, Pietro Russo Design, Casa Barrel12, Costanza Milano GreenHouse Loft e altri spazi selezionati da Open House Milano.

 

L’evento è stato molto seguito e partecipato anche sui canali social – utilizzati per aggiornamenti in tempo reale, per avere suggerimenti sulle visite e per la ripresa live dell’evento – con oltre 20.000 utenti coinvolti.

 

Per saperne di più: www.openhousemilano.org

 

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.