notizie

CURIOSITÀ. Tour Eiffel e Tower Birdge si tingono di verde

Una svolta “green” per i due simboli di Parigi e Londra: la Tour Eiffel e il Tower Bridge saranno sottoposti a un’operazione di restyling che li trasformerà in veri e propri monumenti sostenibili.

Il progetto francese rientra in un intervento di ammodernamento del primo piano della Tour Eiffel, che è attualmente il meno frequentato dai visitatori che sono soliti non sostarvi per arrampicarsi ai piani più elevati. Per invogliare i turisti a restarvi più a lungo saranno realizzate una sala per spettacoli e una da 300 posti per meeting e conferenze, boutiques, un caffè, un piccolo museo oltre naturalmente agli impianti di energia rinnovabile. È prevista l’installazione di 4 pannelli solari e altrettante pale eoliche, che permetteranno di dimezzare il consumo di elettricità e la creazione di un sistema di raccolta della pioggia che permetterà la produzione di oltre il 50% dell’acqua calda utilizzata nei bagni e nei ristoranti, in modo completamente sostenibile.


Già in passato il più rappresentativo dei monumenti parigini era stato sottoposto a interventi per promuovere la sostenibilità ambientale, con l’utilizzo di vernici ad acqua per gli interventi di manutenzione e la sostituzione delle vecchie lampadine con dispositivi a led, più efficienti e meno inquinanti.

Per ridurre i consumi elettrici, inoltre, si è pensato anche di dimezzare la durata dello “scintillio”, che la illumina tutti i giorni a mezzanotte, da 10 a 5 minuti e i rifiuti prodotti sul monumento vengono da tempo raccolti in maniera differenziata.


Anche la città di Londra ha scelto di perseguire una svolta sostenibile, soprattutto in vista delle Olimpiadi del 2012. Per questo le autorità hanno deciso di rendere l’impianto di illuminazione del Tower Bridge meno inquinante e più efficiente. Le lampadine che illuminano il ponte, infatti, saranno sostituite da un impianto a Led. Gli esperti ed i tecnici assicurano per il Tower Bridge una luce di qualità migliore, anche grazie all’innovativo sistema dei diodi, prodotta da fonti rinnovabili e capace di ridurre il consumo energetico del 40%.

L’intervento di efficientamento, che sarà terminato prima dell’inizio delle Olimpiadi, permetterà tra l’altro di installare e proiettare sul ponte i cinque cerchi olimpici luminosi.


Che questo sia il primo passo verso edifici storici e monumenti “sostenibili”?




0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.