appuntamenti

Laboratorio sull’ospitalità italiana: tre appuntamenti per la ripresa sostenibile

Restrizioni di viaggio, distanza sociale e fisica, agorafobia, maggiore stress, anche dovuto all’emergenza economica: il COVID-19 sta sfidando le destinazioni turistiche italiane. Le comunità locali che pensavano di vivere sul turismo devono fare i conti con un ripensamento dello stile di vita e delle priorità. In questo contesto anche le destinazioni che puntavano sull’eco-turismo e sul turismo culturale, sebbene in una posizione strategica migliore rispetto a quelle del turismo di massa, per resistere, devono mettere in atto una nuova visione consentendo di rafforzare l’organizzazione, la gestione della sicurezza e la capacità di trasmettere sensazioni di benessere che va ben oltre la cura sanitaria.

 

Oggi più che mai è necessario un dialogo tra pubblico e privato con un linguaggio comune, che racconta criteri di qualità e sostenibilità coerenti con il contesto locale, con una visione unica di benessere e con gli indicatori BES (Benessere Equo e Sostenibile) elaborati dall’ISTAT e CNEL e inseriti nella legge di bilancio per la misurazione degli effetti sulla qualità della vita.

 

Risiedeva proprio qui l’obiettivo dei tre webinar organizzati da Aregai, PLEF e Fenimprese, e proposti in modo da affrontare i concetti tecnico-scientifici, confrontarsi sulle buone pratiche e trovare soluzioni operative e competenze per la gestione del nuovo modello di ospitalità che genera benessere per i turisti, per le imprese e per il territorio. Leggi i resoconti dei tre incontri:

 

1° WEBINAR – 23 Maggio – COME FAR RIPARTIRE L’OSPITALITÀ TERRITORIALE

2° WEBINAR – 30 Maggio – COME FARE RIPARTIRE LA RISTORAZIONE LOCALE

LABORATORIO – 6 Giugno – ESPERIENZE A CONFRONTO PER UN NUOVO MODELLO DI OSPITALITÀ

 

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.