notizie

MODA. È il “verde” la nuova tendenza

gucci1Nel mese di Giugno 2010, la celebre casa di moda Gucci ha avviato un’importante iniziativa volta a promuovere una nuova immagine: un lusso più sensibile ai problemi ambientali, in linea con la tradizione di qualità e l’eccellenza che contraddistinguono questa maison.


Frida Giannini, direttore creativo delle linee di prodotto Gucci, ha creato infatti una nuovissima gamma di confezioni riciclabili al 100%! Le tipiche borse con le superfici laminate in plastica sono state sapientemente sostituite dalla luminosità di una delicata carta colorata con impresso il logo GG, mentre i nastri in cotone hanno preso il posto di quelli in poliestere. La carta utilizzata, naturalmente, proviene esclusivamente da foreste certificate FSC.


Ma l’impegno della casa di moda non si esaurisce qui!


gucciInfatti, già dal 2004 l’azienda si è distinta come una delle prime realtà nel settore ad avviare un processo di certifcazione in materia di Responsabilità Sociale d’Impresa (SA 8000) lungo tutta la filiera produttiva. Grazie alle nuove politiche di trasporto volte all’ottimizzazione del carico, l’uso degli autocarri è stato ridotto del 30% con un progressivo passaggio a veicoli Euro 5. I materiali di comuncazione stampati sono sempre più sostituiti da e-card e cataloghi elettronici. Tutti i manichini verranno fabbricati in polistirolo riciclabile al 100%, prodotti in Italia e rifiniti con vernici ad acqua. Il programma volto a limitare il consumo di energia nei negozi prevede un’illuminazione ridotta durante gli orari di chiusura mediante l’installazione di sensori di accensione/spegnimento, l’utilizzo di lampade a basso consumo e la sperimentazione di luci a led. Sempre all’interno dei punti vendita l’impiego del marmo sarà sostituito con pietre composite e, per quanto riguarda l’arredamento, l’impiallacciatura prenderà il posto del legno.


I risultati che l’azienda mira a raggiungere nel 2010 sono considerevoli:

  • 35 tonnellate di rifiuti di plastica in meno
  • 10.000 tonnellate di CO2 in meno
  • 1400 tonnellate di carta consumata in meno
  • 4 milioni di litri di gasolio in meno.

Noi ci auguriamo che questo sia il lancio di uno stile intramontabile che sappia contagiare gli operatori del settore e conquistare tutti i consum-attori, anche i più sofisticati!

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.