SOCI. L’evoluzione dei consumi secondo l’Osservatorio Non Food 2017 di GS1 Italy

07-07-2017

In data 4 luglio 2017, sono stati presentati al Piccolo Teatro Grassi di Milano i risultati dell’edizione 2017 dell’Osservatorio Non Food del socio GS1 Italylo studio che dal 2003 monitora il settore dei beni non alimentari e racconta l’evoluzione dei consumi e dell’approccio degli italiani allo shopping. Dall’Osservatorio emerge che continua il trend positivo dei consumi non alimentari, anche se la crescita appare più lenta che nel recente passato.

 

Quest’edizione dell’Osservatorio ha inoltre tracciato il bilancio dell’ultimo decennio, ripercorrendo i fenomeni più rilevanti, i cambiamenti più significativi e i trend più importanti che hanno caratterizzato i consumi non alimentari tra il 2007 e il 2016. Il focus ha riguardato soprattutto la digitalizzazione e l’impatto che ha avuto sul sistema distributivo e sui comportamento d’acquisto degli italiani.

Leggi tutto

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · · · · · ·

NOTIZIE. Amazon acquista Whole Foods: capitalismo consapevole o il solito vecchio modo di fare business?

27-06-2017

“Alla notizia che Amazon ha acquistato Whole Foods – ha commentato il presidente PLEF Emanuele Plata –  mi sono ricordato che il fondatore di Whole Foods Market, John Mackey, ha scritto nel 2013, con Ray Sisodia, il testo ‘Conscious Capitalism‘ con sottotitolazione ‘Liberating the heroic spirit of Business‘. Viene spontaneo domandarsi se l’acquisto di Amazon ed il prezzo concordato fanno parte di questo Capitalismo Consapevole o è vecchio mondo e vecchio stile di fare business…”

 

Continua a leggere l’articolo pubblicato su Distribuzione Moderna:

http://www.distribuzionemoderna.info/sostenibilita/amazon-whole-foods-buona-notizia

 

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · · · · ·

INIZIATIVE. Ristorazione collettiva: il Premio BEZZO per le mense più sostenibili

23-06-2017

Avviata la competizione virtuosa, dedicata al Cav. Giuseppe Bezzo, per migliorare la sostenibilità dei capitolati di appalto dei servizi di ristorazione collettiva.

 

All’interno del dibattito internazionale sullo sviluppo sostenibile, si avvia la 1a edizione del “Premio Bezzo”, una sfida coinvolgente per dimostrare, in modo oggettivo e misurabile, il valore generato dai capitolati di appalto della ristorazione collettiva sulla qualità della vita dei cittadini, sull’ambiente e sul territorio, risultato di una capacità progettuale e attuativa degli Enti pubblici virtuosi.

 

Entro il 30 settembre prossimo gli Enti pubblici che applicano principi di sostenibilità nell’affidamento dei servizi di ristorazione collettiva (scolastica, socio-assistenziale, sanitaria, …), possono iscriversi al “premio Bezzo”, iniziativa organizzata dall’associazione AREGAI – Terre di Benessere, dalla Fondazione PLEF – Planet Life Economy Foundation e dall’associazione AIQUAVassociazione italiana per gli studi sulla qualità della vita, che hanno integrato le proprie competenze per accompagnare gli Enti locali e le loro parti interessate, nelle attività di crescita e valorizzazione delle competenze sostenibili.

 

Leggi tutto

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · · · · · · · · · · ·

NOTIZIE. L’Analisi ONU sugli Obiettivi dell’Agenda 2030

23-06-2017

Che succede nel mondo? Quali le maggiori sfide e problematiche sia nei Paesi avanzati sia in quelli in via di sviluppo? A rispondere sul progresso globale in linea con l’Agenda 2030 è il Consiglio sociale ed economico delle Nazioni Unite, che ha diffuso il rapporto del segretario generale sullo stato di avanzamento nella realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile siglati nel 2015 dai 193 Paesi Onu, sulla base dei dati disponibili, il tutto in vista dell’High Level Political Forum dell’Onu a New York, dal 10 al 19 luglio 2017.

 

Nella relazione annuale ultimata nel marzo 2017 viene dunque offerta una panoramica sui 17 Sustainable Development Goals dell’Agenda 2030. Tuttavia per alcuni target non è stato possibile un monitoraggio a causa della mancanza di dati, oppure per indicatori non ancora metodologicamente sviluppati in maniera organica. Per la maggior parte dei contesti fotografati, il riferimento di partenza sono i dati tratti dal sistema statistico nazionale di ogni singolo Stato, elaborati da commissioni internazionali di esperti per ogni settore. La composizione delle aree e sotto-aree è basata sulle Regioni geografiche utilizzate dalle Nazioni Unite, con alcune modifiche necessarie in alcuni casi a creare diversi tipi di aggregazione di gruppi di Paesi che potessero avere un senso ai fini dell’analisi.

 

Ecco una sintesi di alcune delle principali questioni toccate dal Rapporto.

Leggi tutto

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · ·

AMBIENTE. La tecnologia italiana di IS CLEAN AIR per abbattere l’inquinamento dell’aria

21-06-2017

Foto WHONon molti mesi fa, i dati diffusi dalla Oms, in quello che è considerato il più dettagliato studio finora mai condotto sull’argomento, avevano lasciato senza parole: il 92% delle persone sul globo, cioè oltre 9 persone su 10, respirano aria troppo inquinata, aria che danneggia la loro salute respiro dopo respiro. E l’Italia, dal canto suo, influisce negativamente su questo dato, essendo il paese con l’aria peggiore di tutta l’Europa occidentale. Come ha dichiarato Maria Neira della Oms, L’inquinamento dell’aria è oggi il peggiore rischio ambientale per la salute, responsabile della morte di una persona su 9”. Se questo è il dato generale, chissà cosa potrebbe uscirne isolando la nostra condizione di Paese più inquinato dell’Europa Occidentale!

 

Eppure le tecnologie per affrontare il problema esistono e noi di PLEF lo sappiamo bene, perchè proprio un’impresa socia, IS-TECH, attraverso IS CLEAN AIR (azienda partecipata in venture capital dalla Regione Lazio attraverso Lazio Innova), ha sviluppato una tecnologia rivoluzionaria, italiana al 100%, per abbattere l’inquinamento, semplicemente lavando l’aria inquinata con l’acqua!

 

E’ possibile leggere la storia e i risultati delle varie sperimentazioni a questo link: http://www.increscita.it/news/aria_inquinata_laviamola_con_l_acqua-265

 

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · · · · · · · ·

SOCI. L’approccio sostenibile di DYLOAN STUDIO per la prossima edizione di Pitti Immagine Filati

20-06-2017

Il progetto MODA FUTURIBILE del socio DYLOAN STUDIO, dopo le numerose progettualità sviluppate in questi anni, per la prossima edizione di Pitti immagine Filati – l’appuntamento internazionale di riferimento del settore dei filati per maglieria, dove partono le nuove tendenze moda e lifestyle – vuole proporre il tema della Sostenibilità, tema strategico ormai ineludibile, che impegna i grandi marchi della moda e coinvolge a doppio filo anche la filiera. L’agenda l’hanno dettata i consumatori, indirizzando sempre più spesso le loro scelte verso chi si dimostra trasparente, tracciabile, responsabile da un punto di vista sociale e ambientale. I brand si stanno adeguando, imponendo di fatto anche ai loro fornitori un netto cambio di registro.

 

Il progetto Moda Futuribile, si propone di valorizzare le eccellenze del sistema moda italiano attraverso lo sviluppo di una serie di manufatti, espressione dei know-how e delle sinergie progettuali createsi tra manifattura e creatività. L’obiettivo specifico per questa edizione sarà dunque quello di educare ad un consumo critico, ampliando il concetto di sostenibilità all’integrità del sistema e dei processi, declinandolo secondo diversi parametri che vengono identificati su tutta la filiera, a partire dai materiali e dalle modalità con cui sono stati realizzati arrivando fino alla modalità in cui il prodotto finito viene gestito alla fine del suo ciclo di vita (clicca qui per saperne di più).

 

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · · · ·

INIZIATIVE. “SOS Rondoni” – Buone pratiche per la tutela della biodiversità

14-06-2017

Cari Amici, vi segnaliamo l’iniziativa milanese “SOS Rondoni” organizzata dal nostro socio Andrea Pirovano, ornitologo e presidente di Progetto Natura Onlus, associazione che si pone lo scopo di proporre soluzioni concrete per la conservazione e la gestione della biodiversità. L’iniziativa si inserisce all’interno del festival “Swifts & Fun” che si svolge a livello nazionale (festivaldeirondoni.info).

 

I rondoni sono piccoli uccelli migratori che nidificano in colonie sfruttando nicchie, cavità e buche pontaie di edifici storici e moderni. Ristrutturazioni e manutenzioni tendono progressivamente a chiudere queste cavità, distruggendo le colonie. Le buche pontaie sono le cavità sulle mura dei palazzi medievali che venivano utilizzate per erigere i ponteggi. Leggi tutto

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · · · · ·

NOTIZIE. Strategia Energetica Nazionale: un mese di tempo per la consultazione pubblica

13-06-2017

E’ stato reso noto il documento conclusivo sulla Strategia Energetica Nazionale, orientata principalmente nella direzione che vede l’azzeramento dell’impiego di carbone nel 2030 e il ricorso ad almeno il 50% di energia da fonti rinnovabili entro la stessa data.

 

Confermata dai ministri Gian Luca Galletti e Marco Calenda, che hanno sancito l’apertura della consultazione pubblica con una dichiarazione congiunta, anche l’intenzione di puntare sul gas quale fonte energetica che supporti la transizione verso le energie rinnovabili.

 

I punti principali della nuova SEN riguardano il residenziale, le rinnovabili elettriche, termiche e per i trasporti, la mobilità, l’efficienza energetica e il settore industriale.

 

Invitiamo gli esperti PLEF a dare il proprio contributo; dal 12 giugno c’è un mese di tempo per inviare commenti, segnalazioni e proposte sui siti www.mise.gov.it e www.minambiente.it, che saranno valutate per la predisposizione del documento finale.

 

Leggi il documento in consultazione.

 

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · · · · ·

NOTIZIE. L’Ostello Locride di GOEL apre finalmente al pubblico! E lo fa con i giovani di Rondine

09-06-2017

Cari amici, siamo molto felici di annunciare che dopo dodici anni dalla confisca e i recenti danneggiamenti, l’Ostello LOCRIDE ha aperto al pubblico e ha iniziato la sua nuova vita con il viaggio dei migliori giovani talenti italiani selezionati per l’apprendimento di modelli di sviluppo sociale sostenibile.

 

Qualche mese fa, vi avevamo informato sulla riapertura dell’Ostello della Gioventù di Locri (RC), confiscato alla ‘ndrangheta, e assegnato alla Cooperativa GOEL che, ribattezzandolo “LOCRIDE” in onore al territorio di cui aspira a diventare simbolo di riscatto, lo ha riproposto alla collettività come struttura ricettiva di alta qualità, ideata per una “green experience” orientata alla responsabilità ecologica del soggiorno.

 

Tuttavia, appena dieci giorni dodo l’aggiudicazione, ignoti hanno danneggiato la struttura; GOEL ha risposto prendendo possesso della struttura con la consegna delle chiavi alla presenza delle autorità dello Stato.

 

Il tempo di avviare tutte le procedure di autorizzazione per operare e l’Ostello LOCRIDE ha aperto e i primi ospiti sono stati gli studenti del Quarto Anno d’Eccellenza a Rondine (progetto dei nostri amici di Rondine), che grazie a questa occasione hanno avuto modo di approfondire il percorso sulla legalità e sullo sviluppo di modelli innovativi di sostenibilità ed integrazione sociale con il contributo formativo di PLEF.

 

Leggi tutto

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · · · · · · ·

SOCI. Il Barometro di ALTAVIA sul valore dello Shopper

09-06-2017

Al secondo anno di attività del “BAROMETRO DEI VALORI DELLO SHOPPER”, il socio ALTAVIA ITALIA ha presentato nello spazio aperto della sua sede milanese sui Navigli, sempre più spazio di discussione aperta alla cittadinanza e alla cultura, come dimostra anche la bella mostra della pittrice Ferrari, i risultati della ricerca su 3.000 interviste on line per 160 insegne in 8 settori.

 

I valori emergenti nell’anno 2017 verso l’anno precedente sono MODERNITA’ e TEMPO. Quasi secondario è il ranking delle insegne nei vari settori; l’interesse si sposta su come le insegne comunque si muovono e sembra che tutte si muovano quasi stimolate da questa stessa tendenza di ricerca sui valori. Non è poco perché la mappa degli orientamenti è passare dal tangibile all’intangibile e dal transazionale al relazionale, che noi di PLEF sappiamo essere parte del nuovo paradigma verso la sostenibilità.

 

Allora l’interesse è andare in profondità e ciascuna insegna lo farà con ALTAVIA; noi possiamo farlo con le testimonianze delle insegne presenti – Rinascente, Zalando, Ikea – ciascuna delle quali presenta caratteristici esempi di modernità: Rinascente con il posizionamento di ENTARTAINER, Zalando con l’iperconcentrazione sulla RELAZIONE MOBILE e Ikea con la PERSONALIZZAZIONE di DESIGN.

 

Giovani manager per giovani soluzioni che guardano al futuro, come ALTAVIA ha voluto sottolineare con una sua start up basata a San Francisco e sapientemente intervenuta in diretta video da un centro commerciale in cui l’assortimento è anche fatto da start up ospitate.

 

Che poi Esselunga sia la prima del grocery, IKEA nell’Home e Deco, Amazon nell’abbigliamento e Bricoman nel bricolage, questa è pura cronaca utile per le “gite di shopping”.

 

Emanuele Plata

 

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Tags: · · · · · · · ·