eventi

NO PROFIT. Nasce Shiny Note, il facebook del volontariato

Il 2011 è stato decretato dal Consiglio dell’Unione Europea “Anno Europeo del Volontariato” e contestualmente verrà celebrato anche il 10° anniversario dell'”Anno Internazionale del Volontariato” delle Nazioni Unite, che festeggia questa ricorrenza dal 2001 per dimostrare l’importanza e il grande contributo apportato dai volontari alla società.

Si chiamerà “Shiny Note” e sarà on line a partire dai primi giorni di Febbraio il social network che da molti è già stato definito il “facebook del volontariato“.


L’idea nasce in provincia di Brescia dall’incontro dei due “personaggi” che l’hanno poi trasformata in realtà: il manager e pittore Fabrizio Trentin e il manager e consigliere PLEF Roberto Basso.

Il primo ha avuto l’idea e il secondo ha messo al suo servizio le proprie professionalità ed esperienze. In un secondo momento è arrivato anche l’appoggio di alcune imprese bresciane e nazionali.


Questa piattaforma si occuperà di raccontare storie e creare le basi per portare avanti progetti e campagne, legate al mondo del no profit e del volontariato, un settore che trova sempre crescenti consensi.

Se facebook viene utilizzato per trovare i vecchi compagni di scuola e chiacchierare con gli amici, al contrario, su “Shiny Note” le protagoniste saranno le storie. Si potranno trovare progetti di utilità sociale e per la prima volta le istituzioni pubbliche, le aziende, i privati e le associazioni avranno modo di incontrarsi e condividere i propri interessi reciproci.


In Italia oltre l’8% della popolazione dai 14 anni in su collabora o lavora in questo settore, con un incremento di oltre il 55% dal ’97 ad oggi. Le regioni del Nord Italia sono le più generose e partecipi, su tutte Trentino Alto Adige (circa 21%) e Veneto (oltre 14%), seguite da Friuli Venezia Giulia e Lombardia (10%).

Shiny Note” sarà uno strumento utile, quindi, per costruire un mondo migliore, permettendo l’incontro di domanda e offerta, l’eventuale finanziamento di progetti e campagne , collegando le realtà in cerca di aiuto con chi desidera fare qualcosa per il bene degli altri.


Gli strumenti saranno quelli universali della rete, sul modello di facebook, ma gli obiettivi saranno completamente diversi: solidarietà, no-profit e Terzo Settore.

Per maggiori informazioni è possibile consultare l’articolo de La Repubblica e visitare la nostra rassegna stampa nella quale troverete l’ultimo articolo apparso su Brescia Oggi.

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.