economia

NOTIZIE. Le medie imprese familiari, traino del tessuto imprenditoriale italiano

Su gentile segnalazione del nostro socio Vitale-Zane & Co., riportiamo la sintesi della sedicesima indagine annuale sulle medie imprese italiane redatta da Mediobanca e Unioncamere.

 

L’indagine ha confermato la grande vitalità delle medie imprese familiari (con addetti compresi tra 50 e 499 ed un volume di vendite compreso tra i 16 Mil.€ ed i 355 mil.€), con un assetto proprietario autonomo e riconducibile al controllo familiare.

 

Questo mondo imprenditoriale italiano nell’ultimo decennio ha raddoppiato vendite e valore aggiunto e dal 1996 ha favorito un aumento dell’occupazione del 30%, agendo positivamente anche sulla redistribuzione della ricchezza (dal 1996 la produttività ed il costo del lavoro unitario sono cresciuti in misura analoga, circa il 60%). Queste brillanti perfomances sono in controtendenza rispetto a quelle delle grandi imprese e confermano quanto sostenuto anche da PLEF sull’importanza del rispetto del principio naturale sui processi evolutivi (dal piccolo al grande e non viceversa), attraverso il quale può avvenire la rigenerazione dell’economia nel nostro paese (libro di Paolo Ricotti: “La riscossa competitiva delle pmi del territorio“).

 

Per leggere la sintesi della 16° indagine annuale sulle medie imprese italiane, clicca qui.

 

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.