ambiente

NOTIZIE. Nuove opere in mare per arricchire la Casa dei Pesci

Il museo sottomarino de La Casa dei Pesci si arricchisce di nuove opere. Sabato 15 giugno verranno messi a mare 15 blocchi, che vanno ad unirsi ai quattro già visibili nelle acque di Talamone.

 

Nato da un’idea di Paolo Fanciulli, pescatore ambientalista maremmano che PLEF ha conosciuto e presentato ai soci durante le due scuole estive organizzate in Maremma, il progetto La Casa dei Pesci si pone l’obiettivo di salvaguardare l’ambiente marino installando sui fondali blocchi dissuasori di marmo che impediscono le azioni di pesca illegale a strascico, che danneggia l’ecosistema. Il progetto prevede la sistemazione di 300 opere, un museo sottomarino vero e proprio come luogo di attrazione per i turisti, attraverso il quale raccontare, promuovere e sostenere il territorio, la cultura, l’arte e l’ambiente di Maremma.

—-

 

Sabato 15 giugno, ore 9:30, Fortezza di Talamone

Mettiamo a mare i blocchi scolpiti per arricchire il museo sottomarino

 

Questo il programma:

9.30 -10.00: Arrivo e registrazione dei partecipanti con colazione presso il bar L’Approdo
10.30: Saluti delle autorità presenti e presentazione del progetto Casa dei Pesci
11.30: Inizio dei lavori di messa a mare e partenza della veleggiata
12.00: Donazioni al progetto per la messa a mare dei blocchi scolpiti
13.00: Ricco aperitivo con prodotti tipici, frittura di pesce azzurro e intrattenimento musicale

Si prega di dare conferma inviando una mail a: eventi@casadeipesci.it.

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.