comunicazioni

NOTIZIE. Pubblicato l’11° rapporto Euromobility sulla mobilità sostenibile

Secondo l’undicesimo rapporto di Euromobility sulla mobilità sostenibile nelle principali 50 città italiane (dati 2016), è Parma a conquistare il titolo di città più “eco-mobile” d’Italia. Vince non solo perché fa della pianificazione lo strumento di governo della mobilità – una delle prime città italiane ad aver approvato il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile – ma anche per una buona dotazione di aree pedonali e ZTL, per i servizi di trasporto pubblico offerti ai cittadini e per un parco circolante ricco di veicoli a basso impatto. Sul podio anche quest’anno tutte città del nord, con il secondo posto a Milano e il terzo a Torino. In fondo alla classifica della mobilità sostenibile L’Aquila, Siracusa e Catanzaro.

 

Il Rapporto segnala che continua ad aumentare (+0,5%) il tasso di motorizzazione nelle principali 50 città italiane (si attesta a 58,5% in linea con il dato nazionale, che fa registrare un incremento ancora superiore, +0,9%) anche se aumenta il numero di veicoli a basso impatto, soprattutto GPL e Metano, che raggiungono complessivamente l’8,78% del parco nazionale circolante, e quelli ibridi ed elettrici, che aumentano del 39%.

 

Si inverte il trend per la qualità dell’aria che, dopo il peggioramento del 2015 causato dalle avverse condizioni meteorologiche, torna a far registrare un miglioramento: ben 23 città rispettano i limiti di normativa, anche se in diversi centri permangono ancora forti criticità. A “targhe alterne”, infine, la sharing mobility: bene il car sharing a flusso libero, meno quello convenzionale e alcuni servizi di bike sharing.

 

Sono questi i dati più rilevanti che emergono dal rapporto, scaricabile a questo link.

 

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.