Un Pane Per Tutti

logo e scritta UPPT

 

 

Come naturale conseguenza di quanto fatto finora, l’associazione UPPT, con il supporto di PLEF, intende sviluppare un progetto di tolleranza zero nei confronti dello spreco alimentare che coinvolga l’intera provincia di Brescia. Il progetto vede coinvolte tutte le realtà che quotidianamente operano nell’ambito del settore agroalimentare, includendo tutti i comparti della filiera. L’obiettivo finale è quello di creare un modello urbano virtuoso che possa essere visto come esempio da applicare ad altre città, comuni o province del territorio e nazionale.

 

Nello specifico, il progetto UPPT si prefigge di portare avanti un’opera di sensibilizzazione a 360° su tematiche inerenti l’alimentazione sostenibile, lo spreco alimentare e l’economia domestica con lo scopo di coinvolgere la cittadinanza, in tutte le sue fasce di età, per invertire le tendenze di approccio e consumo del cibo e favorire una maggiore consapevolezza e responsabilità. Quest’opera di sensibilizzazione può realizzarsi attraverso numerose attività ed iniziative pensate ad hoc per far fronte alle diverse tipologie di pubblico a cui sono destinate.

 

Collateralmente, il progetto “tolleranza zero a Brescia” prevede l’integrazione dell’opera di sensibilizzazione di UPPT alle attività di recupero dell’invenduto e di riduzione dello spreco alimentare che altre imprese/associazioni del territorio già svolgono, rendendosi disponibile per azioni di recupero e ridistribuzione che rendano ancora più efficace e completa l’azione di riduzione dello spreco alimentare nel contesto territoriale bresciano.

 

Documenti consultabili

Documento “Contro lo Spreco Alimentare”, redatto dall’Associazione UPPT e la Fondazione PLEF come contributo per il Protocollo di Milano per EXPO 2015.

Petizione per rendere la donazione delle eccedenze alimentari una pratica sempre più diffusa nella GDO.

Il video integrale della II edizione del Pane Day “Il cibo in rosa”

Per maggiori informazioni, visitare il sito www.unpanepertutti.it oppure scrivere a info@plef.org .