notizie

Pubblicato da ISTAT il rapporto sugli indicatori SDGs 2020

Il 14 maggio ISTAT ha pubblicato il report sugli indicatori SDGs 2020. Sebbene contenga prevalentemente informazioni relative al 2019, il rapporto ha cercato di dare conto dell’impatto del COVID-19: da un lato presentando un esercizio di valutazione controfattuale che, a partire dal lockdown, stima la riduzione delle emissioni generate dai comportamenti assunti da famiglie e imprese, dall’altro presentando le interazioni tra il COVID-19 e i diversi Goals attraverso lo schema delle interconnessioni e reti.

 

L’analisi  mostra un quadro complessivamente positivo: rispetto a 10 anni prima, la quota di indicatori in miglioramento è pari al 61,1%, il 17,8% risulta invariato e 21,1% peggiora. Rispetto all’anno precedente, la percentuale di indicatori con variazione positiva risulta significativamente alta per i Goal 2 (Fame zero, 71,4%), e 13 (Agire per il clima, 66,7%), mentre nei Goal 12 (Consumo e produzione responsabili) e 15 (La vita sulla terra) si registrano i livelli più elevati di indicatori in peggioramento (rispettivamente 54,5% e 41,7%). Nel periodo 2010-2018 gli indicatori compositi elaborati per le tre dimensioni fondamentali – economica, sociale e ambientale – mostrano una tendenza generalizzata al miglioramento più accentuata per la parte ambientale e sociale rispetto a quella economica.

 

Clicca qui per leggere il comunicato stampa e conoscere i principali risultati rilevati in Italia per i 17 Obiettivi SDGs.

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.