RAEE. “Uno contro uno”. Via allo scambio eco ed equo

080415_beware_free_electronic_waste_collection_events_pic1Dal 18 Giugno entrerà in vigore il Decreto “Uno contro uno” che regolamenta e semplifica le modalità di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) da parte dei distributori e degli installatori, nonché dei gestori dei centri di assistenza tecnica di tali apparecchiature.



Grazie a questo decreto, per tutti i cittadini, al momento dell’acquisto di un nuovo apparecchio elettronico sarà possibile consegnare gratuitamente ai negozianti l’apparecchiatura equivalente o analoga usata o non più funzionante. Ad esempio, acquistando un nuovo cellulare si può consegnare quello vecchio al rivenditore, il quale è obbligato a  ritirarlo e inviarlo ai centri di raccolta autorizzati per lo smaltimento.



Secondo quanto stabilisce il decreto, tutti i distributori (compresi quelli che effettuano televendite o vendite elettroniche) hanno l’obbligo di informare i consumatori sulla gratuità del ritiro in modo chiaro e di immediata percezione, anche tramite avvisi posti nei locali commerciali con caratteri facilmente leggibili.



“Con questa misura – afferma il ministro Stefania Prestigiacomo – si risolvono due problemi: uno per l’ambiente ed uno per i cittadini. Infatti, il decreto va incontro alle esigenze di chi deve liberarsi dei vecchi elettrodomestici e contribuisce ad evitare il fenomeno, purtroppo ancora abbastanza diffuso, dell’abbandono indiscriminato di apparecchiature non più funzionanti, con indubbi vantaggi per la salvaguardia dell’ambiente e la riduzione dell’inquinamento. Il decreto, inoltre, garantisce procedure agevolate per l’attività di raccolta e il trasporto dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche effettuata dai rivenditori, dai manutentori e dagli installatori autorizzati dai costruttori delle apparecchiature”.

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.