comunicazioni

SOCI. A Orietta Colacicco il premio alla carriera “Donna Comunicazione”!

oc-premioMartedì 31 gennaio 2017, presso il Centro Comunicazione Bayer a Milano, la socia Orietta Colacicco ha ricevuto il Premio alla Carriera “Donna Comunicazione”, nell’ambito della Cerimonia di Premiazione del Premio Donna Marketing e Donna Comunicazione del Club del Marketing e della Comunicazione, giunto alla sua XVa edizione e sponsorizzato da Bayer. Più di 60.000 fra manager, consulenti, docenti e professionisti iscritti al club vengono invitati a votare, esprimendo liberamente le proprie personali preferenze nei diversi ambiti professionali.

 

Dopo 46 anni nelle Relazioni Pubbliche, – ha detto Orietta Colacicco – un Premio alla Carriera potrebbe significare che è finita. E invece no! A sessantotto anni suonati non posso fermarmi, perché sono impegnata già da tre anni volontariamente con il Comitato Foppa Dezza Solari e tutti gli altri Comitati, a mitigare i disagi causati dalla costruzione della metropolitana 4, di Milano, come da venti anni a combattere l’erosione della spiaggia con i Paladini apuoversiliesi. E credo che colleghi e clienti abbiano voluto premiare anche queste attività. Alla mia età, e anche prima, bisogna pensare a restituire quello che si è ricevuto, impegnandosi per le cause giuste“.

Rivolgendosi ad un commosso Gualtiero Marchesi, di cui è stata tutore dell’immagine per molti anni, Colacicco ha continuato: “Brillat Savarin diceva, ‘Noi siamo quello che mangiamo’; Io dico ‘Noi siamo quelli che incontriamo’, a partire dalla nascita, prendendo il meglio di loro, quindi voglio ringraziare i miei genitori che mi hanno dato la forza, i miei fratelli e nipoti, gli amici di ieri e di oggi, i miei professionisti, gli assistenti, i collaboratori, i fornitori, i colleghi di Ferpi, i giornalisti, i miei clienti, tutti di eccellenza e qui in sala oltre a Gualtiero ci sono Emanuele Plata, a capo prima della Carapelli e poi di CRAI, e ora Presidente di Planet Life Economy Foundation, Giuseppe Moretti, delle Grafiche Moretti e poi quanti non ci sono più: Claudio Colacicco direttore generale dell’Hotel Michelangelo, Ernesto Illy, Luigi Folonari, della Ruffino, dei grandi. E ancora le Terme di Casciana, il Comune di Casteggio, Gonnelli, Ghiott, Italgel, Antica Gelateria del Corso, Surgela, la Valle degli Orti, l’Associazione degli Industriali e della Birra e tutti gli altri. Una grande corsa la mia, ma state certi, bisogna che i lavori della metropolitana finiscano entro il 2022, altrimenti e mi rivolgo all’Assessore, ai Consiglieri Comunali e dei Municipi, al Management di M4, dovrete sopportarmi non per altri cinque anni ma sino alla fine. Lo stesso vale per l’Apuoversilia, bloccate l’erosione, lo dico alle Autorità, Sindaci della Apuania e della Versilia, Regione, Ministero, solo allora mi fermerò.”

 

Tutto il board di PLEF si congratula con la socia Orietta Colacicco, per come ha affrontato la sua carriera e come continua a fare oggi, coniugando la propria inconfondibile professionalità alla passione e all’impegno civile che sempre l’ha contraddistinta e che è orientato verso quelle modalità di costruzione del benessere delle comunità che la nostra stessa Fondazione sostiene. La tenacia, che emerge anche dalle parole rilasciate dopo la premiazione, e che molti soci PLEF hanno potuto constatare conoscendola, è un ulteriore insegnamento che Colacicco ci mostra giorno dopo giorno e per il quale le saremo sempre grati.

 

0 risposte ↓

  • Non ci sono ancora commenti.

Devi fare il login per inserire un commento.