SINTESI. Conferenza FEEM – Leadership locale come motore dello sviluppo

04-12-2018

La Conferenza “Per un’Italia sostenibile: leadership locale come motore dello sviluppo” (28 novembre 2018) organizzata dalla Fondazione ENI Enrico Mattei, è stata dedicata all’analisi delle sfide e degli obiettivi di sviluppo sostenibile con particolare attenzione all’aspetto della leadership locale, rappresentata da diversi politici, e alla presentazione dell’SDSN Italia SDGs City Index quale strumento di monitoraggio per i capoluoghi italiani rispetto al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda ONU al 2030.

 

Tale accostamento è risultato particolarmente vincente in quanto ha messo a confronto le esigenze e problematiche dei governi locali (ma non solo) con il lavoro dei ricercatori, che mettono a disposizione strumenti di monitoraggio per la valutazione e la programmazione. Schimdt-Traub, executive director di SDSN, insieme ad una panoramica dei risultati italiani, ha ricordato che gli SDGS sono 1) una report card che ricorda il cosa e il come farlo 2) uno strumento di mobilitazione degli attori a diversi livelli e 3) un memo per ricordarsi i motivi per cui bisogna cambiare. Ha sottolineato come negli Stati Uniti diverse città, fra cui New York, hanno cominciato a utilizzare gli SDSN producendo report annuali in grado di generare forza e comunità attorno agli SDGS Leggi tutto

→ Nessun commento Tags: · · · · · · · · ·

L’Unione Europea promuove le strategie sostenibili d’impresa

30-01-2015

La rendicontazione non finanziaria è ora regolata da una normativa europea. Il Consiglio Europeo ha infatti approvato in data 29 Settembre 2014 la proposta di una direttiva “sulla informativa societaria in tema di responsabilità sociale e sostenibilità”, provvedimento che inizialmente riguarderà le entità di interesse pubblico con più di 500 dipendenti. Sarà compito degli Stati Membri, nei 24 mesi successivi all’approvazione, integrare la legislazione nazionale con la direttiva. L’obiettivo è di aumentare la trasparenza e l’accountability sui temi di carattere non finanziario, quindi, su base annuale, di rendere pubbliche misure in ambito di politiche ambientali, sociali e legate ai dipendenti, sulla diversità ed infine volte al rispetto dei diritti umani ed azioni anti-corruzione. Nel caso queste mancassero, sarà necessario fornire il motivo di tale assenza adottando l’approccio di complay or explain.


Il convegno “La direttiva EU sulla rendicontazione non finanziaria. Le aziende si confrontano con il Governo”, tenutosi a Roma presso Unioncamere il 26 Gennaio, si inserisce perfettamente nel processo di recepimento della direttiva comunitaria nella legislazione nazionale. E’ emerso come questo provvedimento porti ad una piccola rivoluzione della CSR, perché questo incremento di trasparenza non sarà più visto come un’azione buona di per sé, ma come conveniente per ogni entità; di fatto afferma che la competizione sul mercato e tra le imprese risiederà nella loro capacità di dimostrarsi sostenibili, di includere nella loro strategia il rispetto dei vincoli ambientali e sociali, indirizzando il riconoscimento del merito del credito o la raccolta di capitale su elementi sostanziali della durabilità d’impresa. Leggi tutto

→ Nessun commento Tags: · · · · ·