AMBIENTE. 3 nuovi studi smentiscono i negazionisti del cambiamento climatico

18-07-2019

Tre studi pubblicati su Nature e Nature Geoscience da un team internazionale di ricercatori, hanno ricostruito l’andamento del clima degli ultimi due millenni analizzando anche gli “archivi” che la Natura stessa ci ha lasciato (anelli degli alberi, barriere coralline, depositi lacustri, ghiacciai, etc…).

 

Gli studi confermano che non c’è mai stato un periodo della storia in cui il clima è cambiato così velocemente su scala globale. Cade così uno dei pilastri sui quali si fondano alcune delle teorie di chi nega la responsabilità dell’uomo nei confronti del global warming e della crisi climatica, ovvero coloro che sostengono che ci sono sempre stati periodi con fluttuazioni delle temperature molto consistenti.

 

In particolare un diagramma riportato dagli scienziati sintetizza molto bene il cambiamento; viene definito “hockey stick diagram”, perché al termine di un periodo con fluttuazioni contenute, mostra un picco nell’innalzamento dei valori: ovvero da oltre un secolo e mezzo stiamo mandando in atmosfera gas serra in quantità che non si erano mai registrate da centinaia di migliaia di anni!

 

Di recente si è toccato il record di 415 parti per milione di CO2, e secondo i climatologi tagliare le emissioni potrebbe non bastare per evitare che la temperatura salga ancora, superando quei 1,5 gradi in più rispetto all’epoca preindustriale che è l’obiettivo dell’accordo di Parigi.

 

→ Nessun commento Tags: · · · ·

PLEF. Riflessioni sulla Green Economy dopo gli Stati Generali di Ecomondo

12-11-2018

Una settimana fa si è aperta la settima edizione degli Stati generali della Green Economy. In questi anni la manifestazione ha visto la partecipazione di sempre più persone e come PLEF abbiamo visto avvicendarsi ben 4 diversi ministri dell’Ambiente: Clini, Orlando, Galletti ed ora Costa.

 

Il tema centrale quest’anno è stato “Green Economy e nuova occupazione per il rilancio dell’Italia” e lo stimolo per molti era il confronto con le priorità della nuova legislatura. Sette sono state le priorità presentate da Edo Ronchi a nome del Consiglio Nazionale della Green Economy, di cui PLEF è parte attiva:
1) rilanciare le rinnovabili e l’efficienza per la sfida climatica,
2) puntare sull’economia circolare grazie alle direttive europee,
3) promuovere la qualità ecologica delle imprese italiane,
4) assicurare un’agricoltura sostenibile,
5) cambiare la mobilità urbana,
6) programmare a livello nazionale le green cities,
7) valorizzare il capitale naturale.

 

Le evidenze raccolte sono: che le emissioni di CO2 sono in aumento, che il disastro ecologico in Italia è senza fine, che non ci sono risorse prioritarie per gli impegni di Parigi Cop21 Leggi tutto

→ Nessun commento Tags: · · · · · · · ·

PLEF. Riunione Consiglio Nazionale Green Economy

10-02-2016

LOGO-consiglio_defA tutti i referenti PLEF del Consiglio Nazionale Green Economy si ricorda che la prossima riunione del consiglio è prevista per mercoledì 10 febbraio, a Roma, alle ore 15.00, presso la Sala Europa del Ministero dell’Ambiente in Via Capitan Bavastro 174.

 

L’ordine del giorno sarà il seguente:
– Bilancio Stati Generali 2015 e impostazione edizione Stati Generali 2016;
– valutazioni dell’Accordo di Parigi sul clima;
– varie ed eventuali.

 

Vi chiediamo gentilmente di dare conferma della vostra partecipazione alla segreteria Susdef allo scopo di consentirvi l’accesso al Ministero.

 

→ Nessun commento Tags: · · · ·

Quanto è pulita l’aria che stai respirando?

03-06-2009

Verrà distribuito a Parigi, per un periodo di prova, un misuratore portatile della qualità dell’aria, City Senspod. Semplice da usare ed altrettanto da indossare, il nuovo strumento di misurazione della qualità dell’aria assomiglia ad un orologio da polso con il quale si possono misurare le concentrazioni di ozono e CO2, oltre alla quantità di rumore presente nella zona circostante. Utile per chi svolge attività sportive all’aperto, per chi soffre di problemi respiratori o semplicemente per chi ci tiene a respirare aria pulita, City Senspod sarà a breve disponibile sul mercato.

→ Nessun commento Tags: · · · ·

Tirreno, mare più ricco di “vele blu”

03-06-2009

Secondo la Guida Blu 2009, elaborata da Legambiente e Touring Club Italiano, il Tirreno è il mare più ricco di località balneari che si distinguono per acqua pulita e  rispetto dell’ambiente.

La guida raccoglie ed elabora le informazioni che derivano dalla esperienza e dalle segnalazioni di Goletta Verde e dei circoli locali di Legambiente, dai dati dei Comuni Italiani e del Ministero dell’Ambiente.

A testimonianza di quanto detto prendiamo come esempio l’isola del Giglio che si caratterizza per la tutela del paesaggio, i sentieri di trekking, per la raccolta differenziata e per i servizi di mobilità sostenibile, che sono stati notevolmente implementati dallo scorso anno con servizi notturni e con divieti di circolazione delle auto con meno di 4 occupanti.

→ Nessun commento Tags: · · ·

Stop alla dipendenza dal petrolio

20-05-2009

Barak Obama dice “Stop alla dipendenza dal petrolio”. È questo il nuovo obiettivo del Presidente Americano che propone di fissare uno standard nazionale per i consumi delle auto allo scopo di ridurre di 900 milioni di tonnellate le emissioni di gas serra. Per questo motivo, durante la conferenza stampa a Washington,  Obama ha annunciato nuove misure per produrre e commercializzare autovetture a maggior risparmio energetico a partitre dal 2012. Cliccando qui è possibile visionare l’intero articolo tratto da La Repubblica.

→ Nessun commento Tags: · · · ·

Dal Sesto continente…

06-05-2009

ANTARTICO – […] Ancora nel 1951, quando fu fotografato e misurato per la prima volta dagli aerei britannici e statunitensi, era largo più di 80 km. Poi una progressiva riduzione durante i mesi estivi, che si è fatta sempre più accentuata: ora che siamo ancora nella prima fase dell’autunno dell’emisfero meridionale, il cedimento, lungo il fronte residuo di quasi 20 chilometri è stato registrato praticamente in diretta dal satellite europeo Envisat. Quella che era una piattaforma di ghiaccio è ormai un campo dilaniato da compressioni e distacchi di iceberg di ogni dimensione. Vai all’articolo del Sole 24 Ore



→ Nessun commento Tags: · · · ·

Energia e Clima: il vertice ad Aprile

31-03-2009

Barack Obama ha invitato i leader dei 16 Paesi più ricchi a un forum-vertice su energia e clima in programma a Washington il 27 e il 28 aprile, che trarrà le conclusioni al G8 della Maddalena in Italia dall’8 al 10 luglio. L’obiettivo finale è giungere a un nuovo accordo sui cambiamenti climatici in sede Onu. Leggi tutto

→ 1 commento Tags: · · · · · ·