PLEF. Incontro con M. Vitale per discutere su Ambiente e responsabilità d’impresa (ai tempi del Covid-19)

25-06-2020

Mercoledì 24 giugno si è tenuto l’appuntamento con il Comitato Scientifico PLEF. Abbiamo avuto il piacere di ospitare e conversare con il Prof. Marco Vitale, riconosciuto economista d’impresa con vasta esperienza professionale, vissuta sempre ai vertici, e molteplici passioni. Come economista d’impresa e uomo di Cultura, il leitmotiv caratterizzante la sua attività è sempre stato l’innovazione, le nuove frontiere, la modernizzazione dell’economia italiana. Ne sono state ulteriore testimonianza le incisive riflessioni che abbiamo potuto leggere durante questo drammatico periodo e che ci hanno aiutato a nutrire anima ed intelletto nel pensare al futuro della nostra collettività.

 

Durante questa conversazione è stato affrontato il vasto tema del rapporto fra economia, imprese e ambiente, con uno sguardo alle prospettive geopolitiche dello sviluppo che oggi, con le necessità di cambiamento e di trasformazione sempre più diffuse, presentano più divergenze che convergenze tra paesi e culture, con problematiche per l’Occidente e quindi per tutti noi chiamati a dare un contributo. Clicca qui per leggere la presentazione dell’incontro. Leggi tutto

→ Nessun commento Tags: · · · · · · ·

Appuntamenti. Webinar su finanza pubblica nel post COVID-19

08-06-2020

Si terrà martedì 16 giugno alle ore 15:00 il webinar organizzato dal gruppo di lavoro “Finanza per lo Sviluppo Sostenibile” di ASviS, nell’ambito delle iniziative di avvicinamento al Festival dello Sviluppo Sostenibile (22 settembre – 8 ottobre 2020). L’incontro avrà come focus il ruolo fondamentale di vettore di sviluppo sostenibile che la finanza pubblica può svolgere in ottica di ripresa economica. Per conoscere il programma, clicca qui.

→ Nessun commento Tags: · · ·

Tre passi verso il Festival ASviS

31-05-2020

Giovedì 21 maggio si è tenuto Orientare le scelte, disegnare il futuro“, il primo dei tre appuntamenti in streaming con “ASviS Live: tre passi verso il Festival”, la nuova iniziativa dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, pensata per stimolare – in avvicinamento al Festival dello sviluppo sostenibile (22 settembre – 8 ottobre) – il dibattito sulle politiche e sulle azioni da intraprendere ora per potenziare la “resilienza trasformativa” del sistema socio-economico e disegnare il futuro nella direzione tracciata dall’Agenda 2030.

 

Il primo appuntamento ha riguardato l’importanza di pensare e progettare un futuro sostenibile. Nell’incontro successivo, 28 maggio, si è discusso sul ruolo di lavoro e imprese per una ripresa sostenibile post pandemia, mentre il 4 giugno, si affronterà il tema “Ambiente, salute e società sostenibili: alla scoperta delle connessioni” con focus sulle interazioni tra gli ambienti naturali e quelli antropizzati e sulle loro rispettive vulnerabilità.

 

Come per i primi due incontri, è possibile seguire il prossimo in diretta streaming sul sito festivalsvilupposostenibile.it, sul sito asvis.it, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube dell’Alleanza, oltre che sul sito Ansa.it e IlSole24ore.com. Inoltre, sarà possibile partecipare al dibattito sui social utilizzando gli hashtag #versoilfestival e #ASviSlive.

→ Nessun commento Tags: · · · · · ·

Le proposte ASviS per rilanciare il Paese in linea con l’Agenda 2030

06-05-2020

ASviS, grazie al contributo degli esperti operanti nei gruppi di lavoro dell’Alleanza, tra cui alcuni soci PLEF, ha pubblicato il nuovo studio “Politiche per fronteggiare la crisi da COVID-19 e realizzare l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile” mirato a stimolare la ripresa socio-economica in questo momento di crisi.

 

Con questo studio l’ASviS valuta l’effetto della crisi sulle diverse dimensioni dello sviluppo sostenibile, proponendo una serie di azioni ritenute necessarie e urgenti non solo “per disegnare le politiche orientate a fronteggiare l’emergenza economica e sociale, ma anche per disegnare quelle per il rilancio del Paese“.

 

L’Italia proseguirà sulla strada indicata dalla Legge di Bilancio per il 2020, più orientata alla sostenibilità rispetto alle precedenti, e su quella degli orientamenti strategici dell’Unione europea oppure, in nome della crescita del Pil a tutti i costi, sacrificherà i progressi fatti o programmati, come de-carbonizzazione, sicurezza dei lavoratori ed equità sociale?

 

Scongiurando un “ritorno al passato”, riportiamo alcune delle proposte presentate nel Rapporto Leggi tutto

→ Nessun commento Tags: · · · ·

L’impatto della crisi sullo sviluppo sostenibile nell’analisi dell’ASviS

01-04-2020

Segnaliamo una prima analisi dell’effetto della crisi derivante dalla pandemia sulle diverse dimensioni dello sviluppo sostenibile realizzata dall’Alleanza italiana dello sviluppo sostenibile, che ha inoltre elaborato una proposta per migliorare gli strumenti di welfare e proteggere le fasce di popolazione meno tutelate. L’ASviS ha anche effettuato una prima analisi del Decreto legge “Cura Italia”, identificando per ogni articolo gli Obiettivi maggiormente impattati.

 

Tutte le informazioni sono reperibili sul sito Asvis.

→ Nessun commento Tags: · · · · ·

MEF – Inviata al Parlamento la Relazione Bes 2020

25-02-2020

La “Relazione sugli indicatori di benessere equo e sostenibile 2020” inviata al Parlamento martedì 18 febbraio dal ministero dell’Economia e delle finanze (Mef) rappresenta un salto di qualità per l’evidente impegno di approfondimento degli effetti sul benessere collettivo delle più importanti norme varate in questi mesi.

 

L’anno scorso la proiezione era limitata a quattro indicatori, mentre quest’anno si è aggiunta la “speranza di vita in buona salute”. Anche se per la proiezione degli altri sette indicatori del Bes i lavori sono ancora in corso, l’analisi è comunque più approfondita.

 

Leggi il comunicato del Mef.

 

Leggi la relazione.

 

→ Nessun commento Tags: · · ·

SONDAGGIO. Il capitalismo non risolverà le sfide del futuro

30-01-2020

Cala la fiducia dei cittadini, soprattutto europei, nei confronti dell’attuale sistema economico e delle istituzioni. È quanto rileva l’Edelman Trust Barometer 2020, l’indagine su 34mila persone di 28 Paesi, presentata al recente World Economic Forum di Davos. La maggior parte degli intervistati non pensa che tra cinque anni starà meglio e più della metà (56%) crede che il capitalismo nella sua forma attuale stia apportando più danni che benefici al mondo.

 

La sfiducia nasce da un crescente senso di iniquità e ingiustizia. Il governo, tra le istituzioni, è considerato il meno equo: il 57% della popolazione afferma che serve gli interessi di pochi mentre solo per il 30% si occupa degli interessi della collettività. Sullo sfondo, profondi timori per il futuro: l’83% dei dipendenti afferma di temere per il posto di lavoro, attribuendo alla gig economy le cause del declino: recessione incombente, mancanza di competenze, concorrenti stranieri più competitivi e delocalizzazione. In tale contesto, si renderà necessaria una maggiore cooperazione tra le istituzioni, tuttavia solo un terzo pensa che ciò avverrà. La maggior parte degli intervistati (83%) ritiene che sia dovere delle imprese pagare salari dignitosi e investire sulla formazione dei lavoratori minacciati dall’automazione dei processi produttivi, eppure meno di un terzo delle persone è fiducioso che ciò verrà fatto. Leggi tutto

→ Nessun commento Tags: · · · · ·

ECONOMIA E FINANZA. Presentato il 2° report sulla finanza alternativa per le PMI in Italia

22-11-2019

Giovedì 21 Novembre, presso la Camera di Commercio di Milano Monza Brianza e Lodi, a Palazzo Turati, è stato presentato il 2° quaderno di ricerca dell’Osservatorio Entrepreneurship & Finance della School of Management del Politecnico di Milano sulla finanza alternativa per le PMI in Italia.

 

Cosa è emerso in sintesi?

Nel report sono stati analizzati sei ambiti specifici:

  • minibond (ricorso al mercato mobiliare per il collocamento di titoli di debito come obbligazioni e cambiali finanziarie),
  • crowdfunding (opportunità di raccogliere capitale su portali Internet nelle varie forme ammesse, come reward, lending, equity),
  • invoice trading (smobilizzo di fatture commerciali attraverso piattaforme web),
  • direct lending (credito fornito da soggetti non bancari attraverso prestiti diretti),
  • Initial Coin Offering, ICOs, (collocamento di token digitali su Internet grazie alla tecnologia blockchain),
  • private equity e venture capital (finanziamento con capitale di rischio fornito da investitori professionali, a volte prodromico alla quotazione in Borsa).

 

Nell’ultimo anno le risorse che la finanza alternativa al credito bancario ha veicolato verso le PMI sono state pari a circa 3 miliardi di euro, Leggi tutto

→ Nessun commento Tags: · · · ·

PLEF. Comitato scientifico con il Prof. Baravelli per riattualizzare il tema delle Banche di Territorio

04-11-2019

Cari Amici,
per il Comitato Scientifico PLEF, mercoledì 30 ottobre abbiamo avuto il piacere di ospitare presso gli spazi del socio Altavia (Alzaia naviglio pavese 78/3, Milano), il Prof. Maurizio Baravelli, professore ordinario di Corporate e Investment banking presso l’Università Sapienza di Roma e riconosciuto esperto di innovazione strategica e organizzativa delle banche.

 

E’ stato affrontato il tema relativo alle banche di territorio: la concentrazione bancaria e la globalizzazione finanziaria sembrano averne messo in discussione la sopravvivenza, eppure le crisi recenti hanno interessato soprattutto alcuni grandi istituti e banche universali che, allontanandosi dall’economia reale, si sono date ad attività speculative, al contrario di molte banche territoriali che hanno continuato a sostenere i sistemi produttivi locali: la questione del ruolo, dell’utilità e dei vantaggi della banca di territorio è quindi tuttora aperta.

 

Per i soci è possibile accedere al materiale presentato per l’occasione, andando nella sezione del sito dedicata al comitato scientifico.

 

→ Nessun commento Tags: · · · · · ·

RAPPORTI. Politiche turistiche e Sostenibilità

09-07-2019

La sostenibilità è ormai un obiettivo comune a tutte le politiche nazionali del turismo. Lo sostiene il “Baseline Report on the Integration of Sustainable Consumption and Production Patterns into Tourism Policies” dell’Unwto, l’Organizzazione mondiale del turismo. Secondo il rapporto, il settore turistico dovrebbe crescere in media del 3,3% all’anno fino al 2030, quando sono previsti 1,8 miliardi di turisti internazionali.

 

Il segretario generale dell’Unwto, Pololikashvili, in occasione della pubblicazione ha dichiarato: “Sostenibilità e competitività vanno di pari passo. Le destinazioni e le imprese turistiche possono prosperare apportando un contributo significativo alla sostenibilità, anche attraverso l’uso efficiente delle risorse, la promozione della conservazione della biodiversità e l’adozione di misure per combattere i cambiamenti climatici”. Tutte le politiche di turismo analizzate riferiscono alla sostenibilità come parte dei loro obiettivi. Il 55% considera la sostenibilità come un elemento trasversale, il 67% delle politiche include riferimenti all’efficienza delle risorse e il 64% collega la sostenibilità Leggi tutto

→ Nessun commento Tags: · · · · · ·