ECOTURISMO. In montagna…con le ciaspole

06-12-2011

È possibile vivere la montagna nei mesi più freddi e praticare sport invernali senza intaccarne gli equilibri e senza inquinare?

Lo sci, amato da molti, purtroppo non è proprio uno sport ecologico. Negli inverni in cui c’è poca neve, infatti, vengono spianati i fianchi delle montagne in modo da realizzare nuovi impianti sciistici a quote sempre più elevate e per ottenere la crescita del manto erboso nei mesi più caldi, viene seminato utilizzando fertilizzanti chimici.

Inoltre le piste sciistiche vengono trattate sempre più con neve artificiale, che danneggia l’ambiente, consuma risorse idriche ed energetiche soprattutto nel caso dei cannoni sparaneve (secondo uno studio della CIPRA). Si parla di un consumo pari alla quantità di energia utilizzata da una cittadina di 15mila abitanti, cioè un circa 270 tonnellate di CO2 e di 200 litri d’acqua per il funzionamento di circa 100 cannoni per un’intera settimana. Inoltre la neve artificiale, ovviamente, è differente per composizione da quella naturale e questo può alterare l’equilibrio del terreno.

Ma allora come riuscire a godersi la montagna in modo sostenibile? Leggi tutto

→ Nessun commento Tags: · · · · ·